HOME ABOUT THIS SITE CONTACT US
Quale Dovrebbe Essere l'Opinione di un Musulmano nei Confronti del Popolo del Libro e del Sionismo? - HARUN YAHYA
Quale Dovrebbe Essere l'Opinione di un Musulmano nei Confronti del Popolo del Libro e del Sionismo?



L'attitudine di un Musulmano verso gli Ebrei dovrebbe essere quello che il Corano stabilisce. Dio rivela nel Corano che gli Ebrei, come i Cristiani, sono parte del popolo del libro. I Musulmani e gli Ebrei credono nello stesso Dio e seguono con debito amore e rispetto gli esempi fissati dai profeti mandati da Lui. Abramo, Isacco, Giuseppe, Mosè, Davide e Salomone (la pace su tutti loro) sono importanti per i Musulmani tanto quanto per gli Ebrei. Nel Corano i Musulmani si rivolgono ad Ebrei e Cristiani così: Dialogate con belle maniere con la gente della Scrittura, eccetto quelli di loro che sono ingiusti. Dite [loro]: " Crediamo in quello che è stato fatto scendere su di noi e in quello che è stato fatto scendere su di voi, il nostro Dio e il vostro sono lo stesso Dio ed è a Lui che ci sottomettiamo. (Surat Al-'Ankabût, 46) Tutte le forme di relazione sociale tra Musulmani ed Ebrei deve essere in una cornice di giustizia, pace e sicurezza, e l'atteggiamento dei Musulmani verso gli Ebrei deve essere sempre conciliante, di perdono e tolleranza.

In vari momenti della storia, gli Ebrei hanno sofferto oppressioni e genocidio. Principale responsabile di tali atrocità è l'ideologia antisemita, che ha portato tanti eventi tragici nel XX secolo. Il vero significato del termine è 'odio per i semiti', anche se in genere è inteso come 'odio per gli Ebrei'. Esso esprime un odio per le genti di discendenza semita o di razza semitica. Il motivo che sta sotto a questo odio per le razze semitiche è l'odio per le religioni divine ad esse rivelate. In altre parole, l'ostilità verso gli Ebrei del nazismo e dei altri movimenti fascisti è in realtà l'odio per la religione. Quindi l'antisemitismo è un insegnamento pagano che non può essere adottato da alcun Musulmano. Le persone che predicano ed incitano all'antisemitismo spesso si sono rivelate persone che predicano un ritorno alle pratiche di idolatria e alla guerra, alle quali piace lo spargimento di sangue senza pietà, persone senza controllo e barbare. Tali persone si oppongono alla pace, alla modestia, all'amore e alla compassione della vera morale religiosa, insegnata di profeti. I Musulmani e gli Ebrei sono dalla stessa parte contro questi tiranni. L'Islam mora a portare la giustizia al mondo e condanna l'antisemitismo, come fa con tutte le forme di razzismo. I Musulmani sostengono il diritto degli Ebrei, come degli alti popoli, a vivere in pace e sicurezza. I principi musulmani hanno, lungo tutto il corso della storia, garantito asilo in terre musulmane agli Ebrei in fuga da persecutori di epoche varie. Gli Ebrei esiliati dalla Spagna furono accolti dall'Impero Ottomano, e a migliaia si stabilirono lì. I sentimenti antisemitici che spesso si vedono anche in paesi cristiani non si sono mai sviluppati sul terreno musulmano. Gli Ebrei e i Musulmani hanno vissuto fianco a fianco in pace e sicurezza in terre musulmane, per secoli. Sono stati i principi musulmani a creare queste condizioni di sicurezza.

Un Musulmano deve sempre ricordare questi fatti, quando pensa agli Ebrei e si rapporta a loro. Comunque, il Giudaismo e il Sionismo vanno tenuti distinti. L'ideologia del Sionismo è il principale responsabile degli anni di guerra e conflitto senza fine, di spargimento di sangue e di lacrime in Palestina. Ad ogni modo, il Sionismo e i suoi veri piani non sono ben conosciuti in occidente. Molti in occidente sono stati portati a credere che il Sionismo sia un'ideologia che propugna una nazione per il popolo Ebreo, e simpatizzano quindi con questa ideologia, sebbene la realtà sia completamente diversa.

E' vero che il Sionismo tende alla creazione di una nazione per gli Ebrei e che i Sionisti lavorano per questo scopo. Tale battaglia, comunque, è probabilmente la più ingiustificata, crudele e spietata mai intrapresa. Il Sionismo si sviluppò nel XIX secolo per creare una nazione per gli Ebrei, e la scelta dei suoi aderenti cadde sulla terra di Palestina, che anche gli Ebrei consideravano propria terra santa. Quella che era cominciata come una causa legittima e giusta, si trasformò in una pulizia etnica e in un progetto di colonizzazione spietata che scavalcava totalmente la popolazione araba musulmana nativa. Gli slogan sionisti come "una terra spopolata per un popolo senza terra" non erano che propaganda fuorviante, poiché gli Ebrei non erano senza terra, né era spopolata la terra che loro volevano. La migrazione verso la Palestina iniziata dal Sionismo fu l'inizio del caos nel Medio Oriente, perché essi cacciarono la gente dalle loro case invece di coabitare con la popolazione nativa.

Se i capi sionisti avessero fatto in modo che gli Ebrei che avevano portato in quella terra vivessero in pace assieme agli altri popoli della Palestina, questo caos non sarebbe scoppiato. Ma non lo hanno fatto. I Sionisti hanno avuto in spregio completo le altre religioni e le altre nazioni, avendo come unico scopo quello di portare un'ampia regione, da loro descritta come la Terra Promessa, sotto il proprio dominio. Hanno quindi fatto ricorso ai metodi più spietati. Inoltre, le ambizioni dei Sionisti non sono limitate solo al Medio Oriente. Il Sionismo è un'ideologia irreligiosa e razzista, che punta al dominio del mondo e rappresenta di conseguenza una minaccia per la pace del mondo. La mappa che l'ideologia sionista ha tracciato per gli Ebrei copre un'area vastissima.

Theodore Herzl disse, al congresso sionista del 1897 a Basile, che "la frontiera settentrionale deve essere alle montagne di fronte la Cappadocia (Asia Minore), la meridionale il Canale di Suez". (1) Il padre fondatore dello Stato di Israele, David Ben Gurion, definì così lo scopo del Sionismo:

La mappa attuale della Palestina fu disegnata su disposizione degli Inglesi. Il popolo Ebreo ha un'altra mappa che i nostri giovani e i nostri adulti combatteranno per concretizzare - dal Nilo all'Eufrate. (2)

Come abbiamo visto, se il Sionismo davvero avesse puntato soltanto ad assicurare una patria per gli Ebrei, sarebbe un movimento giustificato. Invece, il Sionismo si distaccò da questa legittima aspirazione, trasformandosi in un progetto colonialista e di sfruttamento.

L'Islam, nello stesso modo in cui rifiuta l'antisemitismo, un'ideologia razzista, rifiuta anche il Sionismo, altra ideologia razzista. Non bisogna dimenticare, comunque, che non tutti gli ebrei sono sionisti. Certamente ci sono molti Ebrei che si oppongono ai crimini contro l'umanità del Sionismo, lo criticano fortemente, sostengono che Israele debba immediatamente ritirarsi da tutti i territori occupati, e auspicano che Israele sia uno stato libero in cui tutte le nazioni e le identità possano vivere insieme da eguali. Poiché i Musulmani a ragione si oppongono al Sionismo, devono avere ben chiare in mente queste verità, ed essere consapevoli che le critiche sono contro il Sionismo, non contro tutti gli Ebrei. Il fatto che alcuni critichino e facciano del male a Ebrei innocenti in base ai crimini del Sionismo è contravvenire alla giustizia. Se si condannano le varie comunità ebree del mondo per colpa della ingiusta occupazione e si attacca il Sionismo, si contravviene alla giustizia e si commette grave errore. Se si compiono azioni terroristiche contro coloro che sostengono l'aggressione e le occupazioni dell'ideologia sionista, e le si rivolgono sui civili israeliani, ci si allontana del tutto dal sentiero della giustizia, e si commette un grave peccato colpendo persone innocenti.

Nel Corano si rivela che gli Ebrei sono un popolo benedetto dalla stirpe del Profeta Abramo (pace su di lui), e che discendono dai degni profeti di Dio. Non c'è dubbio che gli sforzi degli Ebrei per emigrare e potersi costruire una patria dove lo desiderano nel mondo, siano delle esigenze più che legittime. Per questa ragione, è diritto naturale degli Ebrei il desiderio di vivere nella propria terra santa. I loro antenati sono sepolti in queste terre, il che ha un significato enorme per loro. Infatti, Dio rivela nel Corano che Egli ha stabilito gli Ebrei in quelle terre in cui vivono:

E dicono : " Se seguissimo la Guida insieme con te, saremmo scacciati dalla nostra terra! ". Non li abbiamo forse resi stabili in un territorio inviolabile verso il quale sono recati ogni genere di frutti, provvidenza da parte Nostra ? Ma la maggior parte di essi non sanno. (Surat Al-Qasas, 57)

Come rivela il versetto, Dio ha stabilito gli Ebrei in queste terre, e gli Ebrei hanno il diritto di vivere liberamente nella terra Palestinese, come fanno i Musulmani e i Cristiani. Ad ogni modo, questo obiettivo, fin qui perfettamente ragionevole e giustificato, ha perso quella giustificazione con il totale disprezzo verso il popolo Arabo Musulmano che vive in Palestina. Il Sionismo, che si è trasformato in un'ideologia distruttiva basata sulla violenza, ha condotto agli uomini cacciati dalle loro case e dalla loro terra, dove avevano vissuto per centinaia di anni. Quelli che hanno rifiutato di lasciare le loro terre sono stati massacrati spietatamente. Questo è quello che rende illegittimo il Sionismo.

--------------------------------------------------------------------------------
Note

1- Herzl, Theodore; In The Complete Diaries of Theodore Herzl (I Diari Completi di Theodore Herzl), Vol. II, (New York: Herzl Press, 1960), p. 711.
2- http://www.al-awda.org/old/famous_quotes.htm